La Mission

L’attività della banca degli occhi comprende il settore tissue-banking ed il settore clinico-chirugico e ambulatoriale.

Tissue Banking

La Banca riceve le cornee donate e prelevate presso gli Ospedali e/o presso il domicilio del donatore, analizza i tessuti corneali e cataloga le informazioni in una banca dati, valuta le richieste e le esigenze degli Ospedali in cui si richiedono cornee per i trapianti ricercando le cornee con le caratteristiche più idonee.

Inoltre, la Banca di L’Aquila processa e conserva altri tessuti umani, quali la sclera, le lamelle corneali, la membrana amniotica necessari per la terapia chirurgica di numerose patologie della superficie oculare.

La Banca degli Occhi di L’Aquila, quale Centro di Riferimento Regionale per le Donazioni e i Trapianti di Cornea e per le membrane amniotiche ha il compito di processare i tessuti donati, di selezionare ed inviare i tessuti ritenuti idonei a tutti i reparti oculistici di Abruzzo e Molise che ne fanno richiesta, e, quando in esubero, anche fuori delle due Regioni.

La Banca partecipa, inoltre, a tutte le iniziative finalizzate alla promozione dell’attività di procurement (corsi di formazione – riunioni) con lo scopo di aumentare il numero di donazioni e incrementare il numero e la qualità dei trapianti, promuovendo lo sviluppo e l’organizzazione delle attività di prelievo e trapianto di cornea, eliminando le liste di attesa e, soprattutto, riducendo la spesa relativa al costo di processazione del tessuto, stabilendo delle valide sinergie con gli Uffici di Coordinamento Locali e Regionali e con i Reparti Oculistici.

La Banca degli Occhi promuove, inoltre, ricerche e studi nel campo della diagnostica e chirurgia corneale e collabora con le associazioni di volontariato operanti nel settore.

L’attività di laboratorio, oltre alla sensibilizzazione alla donazione delle cornee, al coordinamento e all’esecuzione del prelievo di cornea, assume una importante rilevanza nell’attività del Centro. La Banca degli Occhi, infatti, processa, valida e distribuisce tessuti umani per trapianto secondo le linee guida del Centro Nazionale Trapianti (CNT) e della SIBO (Soc. Italiana Banche degli Occhi) che individuano il banking come un’attività di “quality assurance”.

La processazione di ogni singolo tessuto, che consiste nella manipolazione, nell’analisi e nella certificazione di tessuti idonei al trapianto, viene eseguita ponendo, quotidianamente, nello standard di qualità del servizio il punto di forza e promozione del proprio lavoro.

Nei primi 10 anni di attività la Banca degli Occhi ha avuto un incremento esponenziale delle donazioni e dell’attività scientifica, e, grazie al Know-how acquisito, si è dotata di tutti gli strumenti necessari per offrire nuovi e innovativi servizi ai reparti oculistici richiedenti. E’ in programma un intervento di ristrutturazione che prevederà la realizzazione di un laboratorio di classe B, secondo GMP (Good Manufacturing Practice) che permetterà alla Banca di implementare servizi innovativi ampliando il campo di applicazione del banking dei tessuti nella regione Abruzzo.

Settore clinico-chirurgico e ambulatoriale

Nell’ambito della riorganizzazione della ASL 1 Abruzzo, introdotta con l’Atto Aziendale 2013, la Banca degli Occhi è divenuta il reparto oculistico del PO S. Salvatore a direzione ospedaliera.

Essa eroga tutti i servizi di tipo clinico-diagnostico, ambulatoriale e chirurgico propri di un reparto oculistico, avvalendosi di personale altamente specializzato e qualificato e di know-how tecnologico-strumentale all’avanguardia, con l’obiettivo di erogare, quotidianamente, servizi innovativi e una assistenza di qualità al paziente-utente.

In attesa dei nuovi locali, attualmente in fase di ristrutturazione, la Banca degli Occhi sta curando la revisione dei processi e delle relative procedure operative per la redazione della nuova Carta dei Servizi.

(vedi sezione “SETTORE CLINICO-CHIRURGICO”)